mercoledì, 21 agosto 2019 - 21:03 | Ultima modifica: 20/07/2017 - 7:55 | Utenti online: 4
L'acciaio traforato di Frosolone
La tradizione della lavorazione artigianale dell'acciaio per fabbricare i ferri taglienti nel Molise risale ai secoli XIII e XIV. Allora i principali centri di produzione, specializzati soprattutto in armi bianche, erano Campobasso e la piccola Frosolone, alle pendici del Monte Gonfalone, in quella che oggi è la provincia di Isernia.
Frosolone è rimasto l'unico centro del Molise a produrre coltelli e forbici e l'attività rimane una voce economicamente redditizia e rilevante (circa 13,5 miliardi di fatturato) intorno alla quale gravitano un centinaio di addetti.
La produzione dei coltelli è caratteristica per 4 modelli: il più tipico è lo "Sfilato", che è dritto e si assottiglia progressivamente dal tallone alla punta; la "Zuava", che è il tradizionale coltello dei pastori del Centro-Sud Italia, ha una linea armoniosa assicurata dalla lama a sciabola e dal manico che si conclude a pinna; il "Mozzetto", che ha la punta tonda, quindi inoffensiva e utile solo al taglio, è... «continua»
Frosolone: le coltellerie
Le fiere, ancora abbastanza numerose, e i mercati domenicali sono una spia di quanto ancora si produce in Molise nel settore dell'artigianato tradizionale e artistico. In realtà la diffusione di botteghe e di mestieri tradizionali è solo una pallida vestige del passato, perché basta risalire ad un secolo fa per trovare il 34% della popolazione dedita a questo tipo di attività che, talvolta, ha goduto larga fama anche all'estero. Eppure non ch'è chi non ricordi, ancora vent'anni fa, le fiere stracolme di oggetti artigianali e descrive il fermento e l'eccitazione intorno alle tende e ai banchi d'esposizione per accaparrarsi vasi e brocche di terracotta, finimenti in cuoio, coltelli e forbici. Ma allora le fiere erano tutt'altra cosa, segnavano il momento esclusivo e e privilegiato degli scambi commerciali, presentavano ancora quella caratteristica festaiola che imponeva il vestito nuovo, l'acquisto obbligatorio dei generi esposti, per cui non si poteva tornare a casa senza un coltello... «continua»