mercoledì, 13 dicembre 2017 - 15:42 | Ultima modifica: 20/07/2017 - 7:55 | Utenti online: 8
07.09.2010 | Lo Sport
Ponte tibetano realizzato dal Comune di Roccamandolfi (IS) nei pressi dell'antico castello medioevale (sentiero dei fringuelli) [foto:2]. L'opera, eseguita dalla ditta molisana "Michele Iezza", è un piccolo capolavoro di ingegneria e carpenteria metallica ed un esempio concreto di valorizzazione del suggestivo paesaggio carsico molisano (a costo accessibile). Una strada da seguire su vasta scala per un reale ritorno in chiave turistica a beneficio del Molise. Un suggerimento che verrà preso in considerazione? Probabilmente una ennesima illusione!! 

Alessio Spina

[foto:3]
Campitello Matese: leone marino 5b+
21.11.2007 | Lo Sport
Arrampicare come istinto che ci riconduce per mano a desideri infantili, rimettersi in gioco scoprendo di essere ancora ragazzi dentro. 
Salire per vincere timori verso qualcosa ritenuta da sempre ostile: la forza di gravità. Ritrovarsi immersi in ambienti fantastici, dove la natura dimora spesso ancora indisturbata. 

Queste e tante altre ancora le motivazioni che inducono sempre più persone ad avvicinarsi all'arrampicata sportiva. 
Tale disciplina discende dall'alpinismo avendone ereditato il comune obiettivo, quello cioè di "salire", integrandolo con standard di sicurezza molto più elevati, offerti dal terreno di gioco (spesso pareti rocciose di fondovalle) e da mezzi di protezione (tasselli infissi nella roccia, corde, moschettoni ed imbrachi) che rendono trascurabili i possibili effetti derivanti dall'eventuale caduta, chiamata in gergo "volo". 

Dopo anni di letargo anche il Molise si apre a tale attività, un'... «continua»
Campo di volo "Campochiaro": giorno dell'inaugurazione
03.05.2007 | Lo Sport
Campochiaro (CB) - 22 Aprile 2007 

Stentiamo ancora a credere che il sogno di tanti anni si sia avverato!
Il ventidue aprile, corrente anno, i soci del Gruppo Aeromodellisti Molisani hanno avuto il piacere di inaugurare il campo di volo denominato "CAMPOCHIARO", situato nei pressi dell'omonimo paesino, incastonato fra i monti del Matese.
Il timore che il cattivo tempo avrebbe potuto compromettere l'evento è svanito al mattino presto, quando il sole si è elevato irraggiando la manica a vento, le bandiere ed il prato tagliato da poco.
Riuscire, con pochi mezzi, a trovare una alternativa valida al campo di volo per ultraleggeri, ove abbiamo svolto la nostra amata attività hobbistica fino a poco tempo fa, non è stato facile, ed è per questo che la realizzazione di questo campo per soli aeromodellisti, novità assoluta per la nostra piccola regione, ci rende orgogliosi e felici.
L'attività della giornata si è svolta in assoluta allegria... «continua»
Hitting the Sun (foto di: Luca ROSSI)
08.03.2007 | Lo Sport
Gli ingredienti ci sono tutti: le nostre splendide montagne del Matese, la neve, davvero tantiissima anche se abbiamo dovuto penare un po' di attesa di troppo quest'anno, magari qualche giorno di tempo splendido...
Ordunque giunto è il momento di parlare di SNOWBOARD!
Cosa sia lo snowboard credo non sia ancora chiaro a tutti... Di solito appena si sente questa strana parola nella mente di molti viene il pensiero: snowboard sta a snowboarder come oggetto per rompersi e rompere le proprie ed altrui gambe sta a teppista, giovinastro, delinquente evaso da un carcere di massima sicurezza (esagerato!!!). Beh, sarei un bell'ipocrita e bugiardo se tentassi di dire che non è assolutamente vero e che gli snowboarders siano tutti tipi "Peace and Love"; purtroppo di persone diciamo così poco rispettose verso il prossimo ce ne sono anche se fortunatamente non moltissime... Ma questo vale anche per lo sci e per tutte le umane attività; né è vero, e su questo non temo smentite, che... «continua»
Monte Miletto: vista del canale Adrenalina (foto di: Cristiano)
08.03.2007 | Lo Sport
Sembrerà strano ma, nel gruppo montuoso del Matese, l'ultima grande montagna dell'appennino centrale alto appena 2050m, l'inverno regala non poche sorprese.
Se in estate si presenta una montagna come tante altre se ne trovano in appennino, piccole e discontinue pareti rocciose, forme arrotondate, altopiani abbastanza anonimi, in inverno si trasforma in un piccolo paradiso del ghiaccio tipico delle "Highland" scozzesi.
Grazie alla sua posizione isolata e piuttosto a sud, riceve precipitazioni sia dai freddi balcani che dal più mite mar Tirreno.
Si hanno dunque alternanza di nevi farinose e secche (di estrazione balcanica) e nevi pesanti ed umide (di estrazioni tirreniche).
A tutto aggiungiamo i fortissimi venti che spazzano le sue cime (per la posizione isolata), ed ecco che il Matese si corazza di ghiaccio poroso anche in piena parete, esattamente come nella più famosa Scozia o Patagonia.
La mia prima visita risale a gennaio 2002 e la sorpresa fu... «continua»
Decollo Gallinola: in basso, il Lago Matese
08.03.2007 | Lo Sport
Grazie alla sua morfologia, il Matese offre meravigliose opportunità agli amanti del volo libero: per deltaplani e parapendii possono distinguersi almeno 3 aree di decollo con relativi atterraggi.


Decollo Gallinola (mt. 1596)

Il decollo è situato in località "Camerelle" ed è raggiungibile facilmente dal Passo del Perrone (mt. 1257): prendere la strada per Campitello Matese e dopo 8 km circa imboccare a sinistra un'evidente sterrata che porta sin sopraal decollo.
L'atterraggio è posto ad Est del lago del Matese.
Decollo facile sia per deltaplani cheper parapendii; per questi ultimi possibilità di "top landing". Volo adatto per principianti ed esperti, aperto da aprile a dicembre con venti dei quadranti meridionali (sud-est; sud-ovest; sud; ovest). 


Decollo di Monte Miletto (mt. 1831)

Possibilità di effettuare voli di "cross country" sui costoni lunghi dai 20 ai 30 chilometri, ricchi di... «continua»
Monti del Matese: passeggiata al tramonto
08.03.2007 | Lo Sport
Grazie ad un reticolo di strade bianche, aperte per il taglio dei boschi, che raccordano tra di loro i diversi pianori ed in parte seguono il fondo dei valloni, i Monti del Matese si prestano in maniera egregia a fare da scenario a passeggiate o escursioni con la mountain bike.
La natura, l'aria pura, il verde e la bellezza di queste montagne non possono che farci vivere esperienze meravigliose, ...anche se con un po' di fiatone.
Eh si... il rovescio della medaglia è che le strade sono nella maggior parte in salita ed è necessario un discreto allenamento per raggiungere le mete più ambite.
Niente paura, comunque; sono molti anche gli itinerari adatti a chi fa poco movimento fisico ed il Matese si lascia apprezzare dalle pendici alle vette più alte.
State certi che dopo i primi allenamenti punterete sempre più su.
Forse il fascino dell'altitudine, forse il desiderio di conquista, forse la voglia di arrivare dove pochi hanno osato, forse il semplice... «continua»