lunedì, 16 luglio 2018 - 06:48 | Ultima modifica: 20/07/2017 - 7:55 | Utenti online: 8
01.08.2007 | Comunità Matesine
Un occhio multimediale sulla realtà molisana, una testata giornalistica, un sito, un portale d'informazione regionale in continuo aggiornamento, puntato sull'attualità e sulla vita delle persone che vivono e operano in questo angolo d'Italia, 24 ore al giorno. 

Questo, e altro ancora, è primapaginamolise.it, il nuovo quotidiano on line, innovativo nella grafica e nelle potenzialità del suo sito. Un web newspaper fatto di notizie, di immagini, di video, in linea con la filosofia del web 2.0, capace di interagire con la comunità del web e raccontare le piccole grandi realtà di questa regione. 

Pensato per i molisani residenti in Molise, ma destinato anche alle tantissime persone che, per scelta o per necessità, hanno temporaneamente o definitivamente abbandonato questa terra.
Un mezzo di comunicazione contemporaneo e flessibile, in grado di offrire infinite possibilità di informazione, contatto e scambio, accessibile direttamente da casa,... «continua»
money...
08.03.2007 | Comunità Matesine
Uscite
Secondo i dati diramati dal Ministero Affari Esteri nel contesto del libro bianco "Il Ministero degli Affari Esteri al Servizio dell'Italia nel Mondo" pubblicato nel 1998, lo stesso Ministero sul bilancio 1997 per la voce "Servizi Emigrazione" ha riservato 146,675 miliardi di lire, pari al 5,77% del bilancio globale del Ministero.
Nella Finanziaria del 1998 sono stati stanziati 213.576.000.000 a favore delle collettività italiane all'estero.

Entrate 
Le comunità italiane all'estero costituiscono una risorsa economica per l'Italia.

Il principio oramai è unanimemente riconosciuto e addirittura è entrato nella normativa nazionale (all'art. 2 legge 540 del 29.12.87 "Indizione della seconda Conferenza nazionale dell'emigrazione"), là dove si fissano gli scopi della Conferenza, si evidenzia la necessità di valorizzare il ruolo e l'influenza "economico-culturale che le comunità italiane all'estero hanno nella società di... «continua»
Casacalenda: "luogo natale" di Franco Nicola
08.03.2007 | Comunità Matesine
"Sempre ritorno fra le tue pareti, come un rifugio, o casa di mia gente!
Nessun albergo mai, nessun ostello, per varie plaghe, fu più seducente
del tuo silenzio ove, dal lungo esilio, vengo, a sanarmi d'ogni mia ferita,
in colloquio coi morti che mi amarono perché nacque da loro la mia vita.
Tu sola ridi, o casa di mia gente; tu sola resti, in mezzo alla rovina,
di tutti i sogni miei tristi e mendaci, nell'ora di mia vita che declina! 
Tu sola vieni, o casa dell'infanzia, al mio ricordo ed alla mia speranza,
e, nel mio folle errare senza quiete, questa sola dolcezza oggi mi avanza.
Tornerò bimbo sulle tue terrazze; guarderò nelle notti, le tue stelle
tremare sulle torri delle chiese; ci sarà il canto delle mie sorelle,
ci sarà l'ombra di mia madre e il grido del vecchio gallo, a l'alba nei cortili
e dalle tue finestre, nell'azzurro, vedrò spuntare i rinascenti aprili.
E sarà la mia... «continua»
Nicola Franco
08.03.2007 | Comunità Matesine
L'integrazione degli emigrati nei paesi d'adozione non é cosa facile.
Alcuni riescono ad integrarsi nei nuovi paesi, pochi anni dopo l'arrivo. Altri vi riescono, ma solo dopo tantissime difficoltà.
Vi son coloro che non riescono ad adattarsi ai sistemi sociali o politici dei paesi adottivi.
Vi son coloro che non accettano la nuova realtà, cioé quella di sottomettersi a lavori in settori che non corrispondono alle loro aspirazioni, oppure alla loro formazione .
Vi son pure coloro che s'annoiano della madre patria e la rimpiangono tutta la vita, apprezzando poco ciò che il nuovo paese offre per il loro avvenire.
Alcuni riusciranno ad integrarsi a metà. Altri - la minoranza - non vi riusciranno mai e saranno soltanto i discendenti che s'integreranno pienamente nei nuovi paesi.

Le ragioni che sottostanno all'integrazione o alla non-integrazione, sono diverse per ogni emigrato.

Mi permetto di raccontarvi ciò che ha... «continua»
"Fra 2 bandiere" - Sept. 1999 (foto di Tony M. Vaccaro)
08.03.2007 | Comunità Matesine
É quasi il tramonto. Una fitta coltre di calura avvolge tutta la valle del Biferno. Il fragore di una motocicletta o il ritmico clacson di una corriera che da Termoli si dirige verso i paesi interni del Molise, rimbombano nella quieta che mi circonda.
Sono seduto ai piedi dell'albero di pigne; intorno a me ci sono peschi con rami ricolmi di frutta matura.
Sto scoprendo poco a poco fino a che punto i luoghi in cui sono nato hanno lasciato in me una traccia indelebile.
E dopo aver volato su l'Atlantico ed essere rinato in una terra gelida, glaciale, dove i colori, i sapori, i rapporti fra la gente, la cucina, il modo di concepire l'amore mi erano stranieri, mi rendo conto, uomo ormai maturo, che la mia esistenza sarà sempre in bilico.

Sono l'espressione delle mie esperienze: unico, doppio, triplice, multiplo. Ora so che ci sono costanti nel negozio umano. E, in ogni clima, su tutti i continenti, l'uomo, l'essere umano, rivendica la propria dignità.... «continua»
Eremo di S. Egidio: ricordo dei Bojanesi di Toronto
08.03.2007 | Comunità Matesine
English
This site is dedicated to all of you who are far away, here you can still keep in touch with your country.
Here you are able to find all the images, sounds, tastes and informations about your native places.
We are looking forward to receving your e-mails with your memories, histories and everything you would like to tell us.

Thanks


Italiano
Questa sezione è dedicata a tutti voi che siete lontano e vuole essere un modo per permettervi di rimanere in contatto con la vostra terra.
Qui potrete trovare tutte le immagini, i suoni, i sapori e le informazioni relative alla vostra terra natale.
Siamo ansiosi di ricevere lettere con i vostri ricordi, le vostre storie e tutto ciò che vorrete raccontarci.

Grazie