giovedì, 14 novembre 2019 - 17:14 | Ultima modifica: 20/07/2017 - 7:55 | Utenti online: 7
Il segreto del buon vino molisano
Il segreto del buon vino molisano
08.03.2007 | La Cucina
Il segreto del buon vino molisano
Il racconto biblico dell'arca di Noé sul monte Ararat e quello della casuale scoperta della possibilità di trarre dai grappoli della vite che crescevano spontaneamente sui fianchi del monte a 5.000 metri di altezza, una bevanda gradevole e inebriante, sta a significare la remota origine di quella che nel corso dei secoli ha costituito l'esordio dell'enologia. E' probabile che la vinificazione risalente ai tempi pre-omerici sia stata introdotta nell'Italia meridionale dall'antica Grecia.
Il Molise era terra particolarmente vocata, lo testimoniano i resti archeologici delle zone di Pozzilli e Venafro a conferma delle lodi intessute da Plinio, Cicerone ed Orazio che avevano preferito la bellezza di questa provincia a quella romana anche per i suoi secolari vigneti, oltre che per gli uliveti e per le abbondanti fonti di acque salutari e medicamentose.
L'agricoltura che rappresenta oggi la base più solida dell'economia molisana, annovera tra i suoi vari settori, in primo piano, la vite.
Terreni coltivati da millenni, ricchi di sostanze facilmente assimilabili, conferiscono alle uve una quantità costante di gradazione zuccherina ed un inconfondibile colorazione.
Lo stimolante bouquet, l'aroma, l'armonia tra profumo e sapore ne hanno fatto una sostanza inebriante, dotata di particolari prerogative gustative ed energetiche. 


I vini del Molise
DOMENICO Leggero e genuino, da consumare in allegria, sulla tavola di tutti i giorni.
Secco o appena abboccato, leggermente frizzante, ideale da bere fresco anche per accompagnare uno spuntino veloce.

LE SERRE
Vino che viene dalla selezione dei migliori grappoli di Aglianico, con piccole aggiunte di Sauvignon.
Pigiatura soffice, fermentazione in piccoli tini, lungo riposo. prima in botti di rovere, poi in bottiglia.
Un vero vino da meditazione. Per chi vuole veramente meditare.

MONFORTE
E' l'eccellente risultato di un paziente e sapiente impiego delle uve di Vernaccia delle Vigne di Serra Meccaglia.
Spumante "Blanc de Blancs", raffinato e personale, indispensabile in ogni occasione che meriti di essere ricordata.

ROCCA DEL FALCO
Vinificati in purezza, secondo le norme DOC del Biferno, provengono dalle migliori uve coltivate sulla sponda destra della Valle del Tappino.
Bianco: per antipasti, primi piatti, pesce e carni bianche. Rosso: per arrosti, brasati e formaggi.

SANBARBATO
Le vigne di Sanbarbato, da sempre, hanno prodotto una Malvasia particolarmente profumata.

VERNACCIA
Vino di straordinaria personalità, ideale come aperitivo, unico per molluschi e pesci pregiati, è ottenuto da antiche viti di Vernaccia che la leggenda vuole qui piantate dai Liguri, deportati nel Sannio ai tempi dell'antica Roma.

MONTEPULCIANO DOC Molise
Di colore rosso rubino tendente al granato.
Profumo caratteristico, leggermente etereo, di sapore asciutto, morbido, poco tannico.
Si accompagna a piatti a base di carne, pasta con fave ed arrosti misti.

TREBBIANO DOC Molise
Di colore bianco paglierino con riflessi verdolini.
Profumo fruttato, piacevole, delicato. Sapore asciutto e fresco, molto armonico. Si accompagna bene aglli antipasti, a pennette alla crema di gamberi.

OSCO BIANCO
Di colore bianco paglierino, fruttato, armonico.
Vino che si serve con tutti i piatti dal gusto delicato e con gli antipasti di pesce.

OSCO ROSSO
Di colore rosso rubino, armonico non tannico, morbido ed equilibrato. Indicato particolarmente con arrosti di carne e selvaggina.

OSCO ROSATO Di colore rosso intenso, odore floreale e fruttato. Indicato con i risotti a base di pesce, antipasti.

OSCO CHARDONNAY BIFERNO BIANCO
Di colore bianco paglierino con riflessi verdolini.
Di sapore delicato ed armonico, odore fresco, fruttato e molto intenso.
Si accompagna bene ai primi piatti a base di frutti di mare ed al pesce all'acqua pazza.

BIFERNO ROSSO
Di colore rosso rubino intenso.
Profumo intenso caratteristico, sapore asciutto e vellutato. Si abbina ai primi piatti, ad arrosti di carne e selvaggina.

BIFERNO ROSSO MOLISIEUR

Tratto da: Guida del Molise