lunedì, 10 dicembre 2018 - 23:06 | Ultima modifica: 20/07/2017 - 7:55 | Utenti online: 3
Monti del Matese: le cime di Lavaredo (foto di: Alessio SPINA)
Monti del Matese: le cime di Lavaredo (foto di: Alessio SPINA)
09.03.2007 | Il Matese
Le dolomiti matesine
Sicuro del fatto di trovarmi di fronte ad un vero e proprio "scoop" giornalistico, posso affermare con fierezza che le tre cime di Lavaredo sono anche nel Matese!
Qualcuno di voi, leggendo queste parole, potrebbe prendermi per pazzo, ma giudicate voi stessi dalla foto!?!?!
Da un punto di vista morfologico e dimensionale, le differenze tra queste due meravigliose formazioni rocciose sono veramente minime; ciò che le distingue in maniera marcata è la composizione della roccia.
Quella che costituisce le Cime di Lavaredo dolomitiche è composta di carbonato doppio di calcio e magnesio. Più chiaramente si tratta di una roccia calcarea magnesifera, stratificata a fasce molto spesse, originata anche per l'attività di alghe, coralli ed altri organismi, quando ancora la zona era coperta dal mare.
La roccia delle Cime di Lavaredo matesine, invece, è costituita da dolomie e calcari dolomitici stratificati a volte laminati con stromatoliti e Megalodontiti in facies di laguna aperta.