giovedì, 20 giugno 2019 - 00:47 | Ultima modifica: 20/07/2017 - 7:55 | Utenti online: 5
Suoi - Colle Bellavista - Jaccitielli - Suoi
Suoi - Colle Bellavista - Jaccitielli - Suoi
09.03.2007 | Trekking/escursioni
Suoi - Jaccitielli
Visualizza nella MdM-Map
Itinerario: Suoi - Colle Bellavista - Jaccitielli - Suoi
Comune di: Bojano
Lunghezza del percorso: 5 km circa
Tempi di percorrenza: 3 ore

Quota partenza: 1600 m.
Quota arrivo: 1600 m.
Quota massima: 1730 m.

Acqua: no

Indice di difficoltà: Itinerario nero

Partenza: raggiungere in macchina località "Suoi" - laghetto artificiale e parcheggiare in una delle numerose piazzole erbose sulla sinistra

Descrizione 
Una passeggiata straordinaria in una località che, in assoluto, è tra le più belle del Matese.
La Costa Alta - Colle Bellavista (1730 mt.) (foto di: Roberto SPINA)
La Costa Alta - Colle Bellavista (1730 mt.) (foto di: Roberto SPINA)
Si procede in direzione Nord "arrampicandosi" con calma verso il punto più basso della "Costa". 
Arrivati in cima si va a destra, seguendo il crinale della montagna, per giungere dopo 300 - 400 mt. sul Colle Bellavista: il balcone del Molise!
Una veduta suggestiva delle valli che degradano verso la piana di Bojano ed in fondo, a perdita d'occhio, tutto il Molise fin quasi all'Adriatico. Guardandosi indietro, in direzione Sud, si può ammirare l'imponenza della Gallinola (1923 mt.) con le sue formazioni rocciose particolari e con le ampie pietraie che scivolano a valle.
Si ritorna, quindi, al punto più basso della costa e si comincia la discesa, un pò a vista, perché i sentieri non sono molto evidenti. Nella pianura che si incontra, tra i massi di pietra disseminati qua e là, c'è "il Cavalluccio", una roccia naturale che consente di sedersi a cavalcioni, esattamente come su di un cavallo.
5 meravigliosi piccoli pianori, circondati da faggi dalla corteccia argentata, si susseguono a giro. 
Una delle pianurette degli Iaccitielli (foto di: Roberto SPINA)
Una delle pianurette degli Iaccitielli (foto di: Roberto SPINA)
Non è raro trovare sul posto cavalli lasciati liberi al pascolo. Il sito è un piccolo paradiso; il sottobosco particolarmente pulito e la lucentezza degli alberi gli conferiscono un aspetto fiabesco. 

Consigli
Tratti del percorso sono senza sentiero per cui è necessario affrontarli con un pò di prudenza. Indossare scarpe piuttosto robuste. La colazione va fatta all'obra dei faggi, al margine dei pianori. Portare al seguito acqua e bibite. La strada del ritorno, in risalita, va affrontata con un pò di entusiasmo e senza scoraggiarsi!
Il commento conclusivo sarà certamente: "ne è valsa la pena"!