giovedì, 20 giugno 2019 - 00:47 | Ultima modifica: 20/07/2017 - 7:55 | Utenti online: 5
Derrate - Valle Peschiosa - Fonte S. Maria
Derrate - Valle Peschiosa - Fonte S. Maria
09.03.2007 | Trekking/escursioni
Valle Peschiosa - Fonte S. Maria
Visualizza nella MdM-Map

Itinerario: Derrate - Valle Peschiosa - Fonte S. Maria 
Comune di: San Polo Matese
Lunghezza del percorso: 6 km circa
Tempi di percorrenza: 3 ore

Quota partenza: 1500 m.
Quota arrivo: 1150 m.
Quota massima: 1600 m.

Acqua: Fonte S. Maria

Indice di difficoltà: Itinerario rosso

Partenza: farsi accompagnare in macchina in località "Derrate" sul tratto di strada Campitello Matese - Sella del Perrone per farsi poi recuperare a Fonte S. Maria di S. Polo.

Descrizione
L'intero itinerario si svolge su un sentiero ampio, ben evidente sul terreno, ed abbastanza comodo (è interamente percorribile anche con un fuoristrada).

Panorama sulle rave di Campochiaro (foto di: Roberto SPINA)
Panorama sulle rave di Campochiaro (foto di: Roberto SPINA)
Superate le prime asperità in salita, si percorre un lungo tratto erboso in leggero falsopiano in direzione Est. Ai margini del sentiero si possono ammirare infinite varietà di erbe e di fiori e sulla destra le estesissime faggete a ridosso della Costa Parabisso. 

Quasi senza accorgersene, si valica la dorsale matesina e ci si ritrova nel versante Nord. La vista si perde in un mare di verde che, ininterrotto ed a balzi, degrada verso la piana. Dopo qualche centinaio di metri , uno stretto tornante breccioso si affaccia, come un grosso balcone, sullo straordinario spettacolo delle "Rave". Se si è fortunati si possono osservare esemplari di grosse Poiane che, appollaiate sulle rocce, spiccano il volo sullo strapiombo mozzafiato. Stupefacente la veduta dall'alto dei boschi sul versante di Campochiaro.
Si procede su sentiero pianeggiante ed erboso e si attraversano siti di una suggestione quasi fiabesca. Non bisogna meravigliarsi se, a volte, si incontra "Cappuccetto Rosso"!
Qualche centinaio di metri dopo l'ultimo tornante, un breve sentiero sulla destra conduce in una suggestiva, piccola pianura, molto cara alla gente di S. Polo, che vale la pena di visitare. Ci sono due piccoli ambienti in muratura ben puliti ed attrezzati in qualche modo ed alcuni straordinari esemplari di faggio. Sullo stipite in pietra dell'ingresso, un simpatico bassorilievo scaramantico!
San Polo Matese - Casetta di fonte S. Maria (foto di: Roberto SPINA)
San Polo Matese - Casetta di fonte S. Maria (foto di: Roberto SPINA)
Si riguadagna di nuovo il sentiero principale e si continua a scendere verso Fonte S. Maria che è, ormai, a poche centinaia di metri. Il sito è adattissimo per consumare la colazione al sacco.
I più arzilli possono poi continuare a piedi fino a S. Polo o farsi raggiungere da un automezzo.

Consigli
Si consiglia l'uso di scarpe da trekking; potrebbe far comodo, trattandosi di un percorso in discesa, una robusta "perocca". La macchina fotografica è un corredo necessario.