mercoledì, 21 ottobre 2020 - 23:34 | Ultima modifica: 20/07/2017 - 7:55 | Utenti online: 11
08.03.2007 | Manuali
Lo zaino: scelta e corretto utilizzo

USO PREVISTO DELLO ZAINO
Normalmente l'acquirente afferma che sono molti gli usi previsti del suo futuro zaino, e' però necessario considerare l'utilizzo principale che se ne vuole fare e quindi scegliere lo zaino adatto per tale impiego.
Si deve poi controllarne l'idoneità rispetto ad eventuali specifiche esigenze (lunghi trekking o veloci arrampicate).
Non si devono fare mai compromessi per quanto riguarda le esigenze primarie e, se necessario, meglio avere due zaini che soddisfano diverse esigenze invece di arrivare ad un compromesso inadeguato.

DI QUALE CAPACITÀ AVETE BISOGNO?
Si deve scegliere uno zaino che sia predisposto per portare eventuali articoli speciali che si potrebbero voler usare, ad esempio, sci, attrezzatura per arrampicata, ecc.
Come regola generale, uno zaino con capacità inferiore ai 40 lt (litri) è adatto per escursioni di un giorno, uno zaino da 40-60 lt è più appropriato per escursioni di alcuni giorni ed uno zaino di dimensioni più grandi può essere usato per trasportare attrezzatura varia per periodi più lunghi come per spedizoni o escursioni di più giorni.
Vi sono diversi modi per aumentare la quantftà di attrezzature che si possono portare come, ad esempio attaccando tasche laterali o assicurando attrezzatura sotto i cinghietti compressori, ma è meglio darsi un piccolo margine di capacità all'inizio e di ricorrere a tali opzioni per articoli specifici non normalmente trasportati.

ZAINI PER LA PORTATA DI CARICHI
Se si intende portare un carico pesante 80-100kg, questo è il tipo di zaino che si dovrebbe considerare.
E' normalmente uno zaino con capacita' di oltre 40 litri provvisto di una cinghia ventrale e di un telaio interno per mantenerlo rigido ed evitare che afflosci.
Per portare il carico in maniera più comoda, lo zaino deve soddisfare tre principi di base:

  1. ripartire il carico tra fianchi e spalle;
  2. mantenere il carico il più fermo possibile;
  3. tenere il carico vicino alla schiena.


ZAINI DA GIORNATA

Se si è alla ricerca di uno zaimo per uso generale per le attività di ogni giorno come ad esempio camminare in collina, andare in bicicletta o per gli studenti, si avrà più che altro bisogno di uno zaino da giornata.
Questi sono zaini leggeri con un sistema di dorso molto più semplice (normalmente senza telaio interno) con caratteristiche adatte per specifiche entità.
Per camminare in collina e su sentieri vi è lo zaino realizzato in tessuto cordura o similari.
Tra le caratteristiche vi sono tasche laterali su alcuni modelli (per una borracia o un thermos da un litro) e le tasche con cerniera.
Vi sono zaini tecnici resistenti di capacità media 35 e 45 lt ideali per arrampicate e uscite di un solo giorno.
Questi zaini multifunzionali sono ideati per garantire massima stabilità in attività che richiedono mobilità, agilità e velocità, in modo da non far rallentare o limitare i movimenti quando si corìre, si va in mountain bike, si scia o si arrampica.

MODO DI PORTARE LO ZAINO
Uno zaino pesante deve portato nella maniera più efficiente quando il carico appoggia soprattutto sui fianchi.
Questo evita il sovraffaticamento dei muscoli della spina dorsale e della schiena senza impedire o llimitare la respirazione.
Per mantenere la stabilità, però, parte del peso va portato sulle spalle.
Quando si sceglie uno zaino, e' meglio provarlo completamente carico e valutare sia la stabilità dello zaino che il modo in cui il peso viene distribuito tra fianchi e spalle.
Siccome la distanza tra le spalle e i fianchi varia da persona a persona, l'importante e' che lo zaino si adatti bene allo schiena del portatore.
Per questo motivo per alcune marche sono disponibili più misure di dorso.
Gli zaini a lunghezza fissa piacciono molto grazie ai propri vantaggi di stabilità, resistenza e buona aderenza.
Gli zaini regolabili, comunque, come ad esempio Ferrino, Berghauss, consentono una totale regolazione al corpo della persona e sono ideali per giovani che crescono o per persone dì diversa costituzione ed altezza che usano lo stesso zaino.
Tutti gli zaini per la portata di carichi devono quindi essere necessariamente anatomici, cioè sono progettati per adeguarsi alla anatomia del corpo consentendo alla spina dorsale di funzionare in maniera efficente e sicura e consentendo alle vertebre di mantenere la loro curvatura naturale.
Questi zaini anatomici hanno il telaio interno di alluminio che può essere piegato per adattamento alla forma della schiena pur supportando bene il carico.
Siccome la scelta dipenderà da una combinazione di tutti questi fattori, gli zaini possono essere suddiviisi in due categorie; zaini per la portata di carichi e zaini da giornata.

COME INDOSSARE UNO ZAINO
E' estremamente importante assicurarsi che uno zaino sia indossato bene prima di acquistarlo.
Tutti gli zaini sembrano comodi quando non vi è alcun oggetto all'interno e quindi bisogna chiedere al commesso di riempirlo (due corde da 60 m sono eccezionali come carico).

  1. Allentare tutte le cinghie, indossare lo zaino e stringere la cintura ventrale abbassandovi legermente in avanti in modo da posizionare il peso a centro schiena.
    E' importante notare che uomini e donne indossano la cinghia ventrale in posizioni diverse.
    Molti modelli dai 30/40 lt in su hanno due regolazioni che consentono una facile regolazione anche con carichi pesanti.
  2. Stringere poi gli spallacci quanto basta per equilibrare il carico e tenere il peso sui fianchi.
    Regolare poi cinghietti compressori superiori per portare il carico il più vicino possibile al collo.
    Questo conferirà maggiore stabilità allo zaino.
    Se lo zaino ha la giusta lunghezza di dorso, le cinghie saranno ad un angolo di circa 30° rispetto agli spallacci.
    Se l'angolo è maggiore significa che il dorso è troppo lungo.
    Provare una misura di dorso piu' grande se lo zaino e' regolabile sullo schienale, oppure scegliendo uno zaino piu lungo. Se l'angolo è inferiore a 30° il dorso è troppo corto.
Se lo zaino è dotato di telaio rimovibile, questo puo essere piegato per adattarto alla forma della propria schiena rendendo lo zaino piu comodo (rimuovere semplicemente il telaio o mettere il ginocchio contro il dorso dello zaino con il telaio ancora in posizione).
Se lo zaino ha una cinghia pettorale questa va attaccata in modo da essere da 2,5 a 4 cm sotto la clavicola per tenere bene lo zaino in posizione senza limitare la respirazione.
Questa regolazione non influisce sul modo in cui si indossa lo zaino ma ne aumenta la stabilità (se allacciata) quando lo zaino è pieno consentendo di portarlo in maniera piu' agevole.

Tratto da www.escursionismo.it